Da dove arriva costui

da dove arriva costui,primavera,pensieri poetici

Da dove arriva costui 

Non volendo farmi vedere ti vidi
o meglio vidi
i tuoi capelli infiammarsi al sole,
m’abbagliarono
e i miei occhi offuscati
misero in luce
in ritardo
il pastrano con cui t’avvolgevi,
ma non fa freddo pensai!
Da dove arriva costui…

Il fatto è avvenuto all’interno del Giardino Pubblico di Trieste.

Leggete anche:

Un venerdì sera al Salotto Vienna di Trieste.

Il sorriso di Laura

ripido sentiero che porta fin lassù 

 

Da dove arriva costuiultima modifica: 2014-08-26T10:49:00+00:00da nomdeplumes
Reposta per primo quest’articolo