Vulnerabile alle parole di carta

Vulnerabile alle parole di carta sono sempre stata, ricordo di me piccina, con dei libri in mano…
leggere, si, tanto, sempre. Ma descrivere le mie sensazioni no, non n’ero capace…
scudisciare i ricordi e farli galoppare, impavidi cavalli bianchi…

È il mio compleanno! Ergo il calice, brindate insieme a me
servitevi della virtuale scelta di torte!
 Meditate gente, meditateabbiamo rispettato le clausole del contratto di locazione della nostra casa? … basta convenevoli, volevo arrivare a questo, se non rispettiamo il contratto, ci troveremo tutti in un bel guaio!

Non potrò più sognare di rivedere NEW YORK, SAN FRANCISCO, LAS VEGAS, BOSTON e tanti altri affascinanti luoghi di questa nostra Terra.

TOUR DELLA TURCHIA, LA CAPPADOCIA E IL BOSFORO … COSÌ TANTO PER SOGNARE.

Vulnerabile alle parole di cartaultima modifica: 2014-06-07T10:00:59+00:00da nomdeplumes
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento